Sei qui

Chi è online

Abbiamo 89 visitatori e nessun utente online

La tua città

22 luglio 1943, Foggia città martire

Postato in La tua città

 

  

Foggia, binari divelti dalle bombe

 
22 luglio 1943, sono le 10,00 del mattino di una classica giornata estiva, la vita in città, correva lenta a causa della calura, rivoli di sudore percorrono la fronte, chi poteva usciva di casa per cercare un pò di refrigerante frescura sotto l'ombra degli alberi della villa comunale, una giornata fino a quel momento come tante altre, c'era si l'ansia e la paura della guerra, il pensiero correva ai ragazzi impegnati a combattere sulle dozzine di fronti aperti in tutto il mondo, ma nessuno poteva immaginare quello che l'aviazione anglo-americana avrebbe scatenato e provocato da li a poco alla città. Chi quel giono si trovò per strada sentì l'allarme delle sirene lanciato  dalla difesa antiaerea, ma non ci fece caso, perchè pensò potesse essere l'ennesima prova di esercitazione per la popolazione, ma si sbagliarono tutti. I nostri liberatori a bordo dei loro bombardieri, prima sganciarono il loro carico di morte, poi non contenti, forse perchè i morti che già si contavano a migliaia erano pochi, scesero in picchiata per mitragliare qualunque cosa si muovesse. Quel tragico giorno fu il primo di tre grandi bombardamenti subiti poi in agosto ed in settembre, che costarono circa 23.000 vittime fra la popolazione civile, oltre alla città quasi rasa al suolo, si pensi che l'ultimo bombardamento fu subito addirittura dopo la firma della resa italiana del settembre 1943, un'infamia della storia di cui poco se ne è parlato e se ne parla.
Per fortuna c'è chi non dimentica, ed essendo stato un testimone oculare, tentando un grande sforzo nella memoria sofferente per quei giorni insanguinati e mai sopiti nel lutto, cerca di trasmetterci il suo vissuto quasi per esorcizzarlo dal futuro. L'ultimo a ricostruire la storia di quella tragica estate è stato Alfonso De santis, con il suo " Foggia città martire - decorata di medaglia d'oro al valore civile ed al valore militare", il libro è stato presentato ieri 22 luglio 2011, alle ore 19,00nell'auditorium di Santa Chiara, sono intervenuti il sindaco ing.Gianni Mongelli, l'On.dott.Antonio Pepe,presidente della Provincia e gli ex sindaci On.li Vittorio Salvatori e Paolo Agostinacchio, ha presentato e condotto il prof.Gilberto Regolo.

In serata alle ore 21.00 nell'attiguo Chiostro di Santa Chiara, si è tenuto il
"Concerto della Pace"  con Musiche di W.A. Mozart: Concerto per violino e orchestra K 219, Concerto per corno e orchestra K 417 ed infine la SInfonia n. 38 K 504.

Solisti: Maria Teresa Desanio, Vincenzo Celozzi. Orchestra; musicisti Liberopensare.
Direttore: Marco Maria Lacasella. Ha presentato Samantha Mancini.
E' stata una bella manifestazione, prova che la città non dimentica.


sabato 23 luglio 2011
Rino Salvatori